Home Page dell'IReR /Abstract delle ricerche IReR
[Classificazione alfabetica] [Classificazione gerarchica]

[1991] La valutazione funzionale nei servizi per gli anziani. Un sistema documentario

A Casino Blog Like No Over $9M In Jackpot Winnings: casinosonlinefacts.com.

Gruppo di ricerca: Adina Ciorli, Francesco Della Croce, Renzo Bagarolo, Daniele Borroni, Silvio Giorgi, Augusto Brandolini

Dati di pubblicazione : Milano, IReR, 1991

Le funzioni e i compiti alla cui soluzione ci si prefigge di dare un contributo anche in vista dell'istituzione delle Unità Valutative Geriatriche auspicate dal Comitato operativo anziani del Ministero della Sanità (DL 3.4.87), possono essere così elencati: - verificare i requisiti d'idoneità e di qualità dell'assistenza sanitaria erogata dalle strutture residenziali (case di riposo e strutture protette) per la cura degli anziani, affetti da stati morbosi non curabili a domicilio; - individuare le attività a rilievo sanitario connesse con quelle socio-assistenziali nelle strutture protette e procedere alla riclassificazione di queste; - predisporre di conseguenza strumenti quale, fra gli altri, la cartella clinica degli ospiti a cui siano associati strumenti di valutazione funzionale; - stabilire criteri per la classificazione delle strutture; - determinare gli importi forfettari da corrispondere per prestazione e tipologia di utenti; - fornire l'impianto del sistema informativo e di controllo di gestione; - individuare i bisogni di formazione del personale; - individuare i bisogni di assistenza sanitaria domiciliare per gli individui 'non deambulabili'.

L'IReR, offrendo un progetto sperimentale alla Regione Lombardia - Settore Assistenza e Servizi Sociali, propone di avviare una documentazione continuativa che possa consentirgli di svolgere in modo competente il suo ruolo istituzionale nei confronti sia della Regione, sia delle Ussl e dei Comuni, sia delle istituzioni di assistenza per gli anziani; ciò permetterà di realizzare opportunità di confronto e scambio di esperienze nel campo della gerontologia sociale. Lo scopo principale è quello di mantenere un costante aggiornamento sul dibattito e sugli interventi che in questo campo si stanno realizzando in modo da: sviluppare strategie di ricerca cumulative nella programmazione di servizi, avere conoscenza delle tipologie di intervento altrove realizzate, costruire nel tempo una base di rilevazione comune alle diverse indagini che consenta più proficui confronti di risultati. Lo studio fa perno su: 1, la raccolta della strumentazione di V.F.; a questo scopo è stata effettuata un'indagine postale presso le strutture residenziali della regione e un certo numero di strutture geriatriche per la rilevazione di informazioni sulla strumentazione attualmente in uso o sperimentata; 2, la relativa documentazione bibliografica; quest'attività dà luogo alla costituzione di un archivio di strumenti e alla formulazione di schede ragionate di presentazione; 3, apporti di ricerca fondati su seminari in cui sono messe a confronto le esperienze più originali e stimolanti in atto nella regione Lombardia e fuori, di cui si ha notizia e su cui si è trovata disponibilità, e su analisi secondarie di dati raccolti con strumenti di V.F.; 4, una base di dati di documentazione bibliografica di articoli sullo stesso tema tratta dallo spoglio di riviste specializzate, la cui sperimentazione è relativa all'annata '89. (X,SOC/7/8)

Ultimo aggiornamento: 20 settembre 2001
[Classificazione alfabetica] [Classificazione gerarchica]

Su