Home Page dell'IReR /Abstract delle ricerche IReR
[Classificazione alfabetica] [Classificazione gerarchica]

[1978] Valutazione dei fabbisogni e dei servizi sociali complessivi per aree. Bilanci sociali di area

Cryptocurrencies https://coinrate.com/cryptocurrencies/prochain Broker

Gruppo di ricerca: Giancarlo Moretti, Adina Ciorli, Alberto Meomartini, Dario Pucci, Elena Rasi, Francesca Zajczyk, Antonio Tosi, Mina Bolchini Vaccari , Guido Martinotti, Donata Almici, Clelia Boesi, Isa Codeluppi, Mariolina Graziosi, Luisa Lombardi, Angela Migliacci, Vera SegreSocietà Sogess, Renato Rigamonti, Giorgio Dolci, Adriana Monelli, Sergio Saladini, Emanuele Ranci Ortigosa, Rossella De Lorenzo, Carlo Lucioni, Paola Pietroboni, Lorenza Guglielmana, Bruna Battistessa, Maria Pantano, Patrizia De Battisti, Rita Carreri, Antonella Marchini, Alfredo Pistoni, Ugo Zapparoli, Luciano Di Pietra

Dati di pubblicazione : Milano, IReR, 1978

Nei primi anni Settanta il processo culturale di rinnovamento che ha investito tutto il settore dell'assistenza e dei servizi sociali entrava in risonanza con una nuova organizzazione dei poteri locali. Le iniziative legislative regionali sull'organizzazione dei servizi rappresentano un momento di sanzione di tale incontro ed è in quest'occasione che si inizia a parlare di "Bilanci sociali di area" e contemporaneamente nel programma di ricerche d'interesse regionale viene formulata una domanda di ricerca, affidata all'IReR, sulla valutazione dei fabbisogni e dei servizi sociali complessivi per aree. Questo progetto ha costituito l'asse portante dell'attività di lavoro del dipartimento "Realtà sociale e organizzazione dei servizi" nei primi anni di vita dell'IReR ed ha rappresentato un sostanziale momento di coagulo della riflessione teorica su molteplici filoni di indagine: aspetti istituzionali, procedure di programmazione, analisi della domanda sociale, sistema informativo, organizzazione dei servizi, efficienza ed efficacia delle informazioni, partecipazione sociale della gestione.

Dopo una prima fase preprogettuale che ha consentito soprattutto la decantazione degli innumerevoli problemi che il progetto iniziale investiva, la seconda fase ha individuato i problemi di "ricerca" nell'analisi della domanda sociale, nell'organizzazione del sistema informativo, nell'analisi dell'offerta dei servizi e delle risorse finanziarie e del ruolo delle istanze collettive definendo i "Bilanci sociali di area" uno strumento conoscitivo strategico delle nuove procedure programmatorie e gestionali dei servizi.

Il primo volume è dedicato all'analisi della domanda sociale e alla definizione di un modello teorico la cui caratteristica peculiare è l'accento posto sulle connessioni, da un lato, fra ipotesi di ricerca e strutture di obiettivi di intervento e, dall'altro, fra sistema informativo e strutture di indicatori su cui misurare gli interventi stessi e la loro efficacia.

Il secondo volume espone i risultati di una verifica della disponibilità delle informazioni utili o necessarie alla costruzione di un primo sistema di indicatori sociali legato alle esigenze conoscitive del "Bilancio sociale di area". L'indicazione delle informazioni prodotte dai grandi enti nazionali, dalla Regione Lombardia e dagli enti locali lombardi (area campione Valchiavenna) è stata circoscritta ai settori "sociali" più direttamente rilevanti ai fini del modello "BSA" (popolazione, sanità, assistenza, istruzione, lavoro, edilizia e opere pubbliche, giustizia, turismo, tempo libero).

Il terzo volume comprende la verifica empirica nelle aree pilota degli strumenti predisposti: il pre-censimento dei servizi sociali e l'utilizzo delle schede per le unità d'offerta; le schede di rilevazione delle risorse finanziarie per comuni, province, consorzi, unità d'offerta; il pre-censimento delle istanze collettive di base e la messa a punto delle tracce differenziate di colloqui e di interviste. (X,SOC/6/3,1,2,3)

Ultimo aggiornamento: 20 settembre 2001
[Classificazione alfabetica] [Classificazione gerarchica]

Su