Home Page dell'IReR /Abstract delle ricerche IReR
[Classificazione alfabetica] [Classificazione gerarchica]

[1994] Il personale delle amministrazioni comunali dell'area milanese nel 1992

IQ Option www.iqoption.es En espaƱa

Gruppo di ricerca: Adolfo Carvelli, Federica Ancona, Alberto Ceriani, Stefano Draghi

Dati di pubblicazione : Milano, IReR, 1994

Realizzata con dati relativi al 1992 la ricerca fornisce informazioni, indicatori e analisi inedite sul personale delle Amministrazioni comunali dell'area milanese intesa nella sua accezione più restrittiva (i 106 Comuni dell'ex Comprensorio 21) e con l'esclusione di Milano cui sta per essere dedicata una successiva monografia. Svolta sotto forma di indagine diretta su un insieme di 43 Enti rappresentativi dell'intera area, la ricerca è interessante anche per l'applicazione di un modello di rilevazione a campione di cui è in corso di valutazione l'applicabilità alla Lombardia complessivamente intesa.

Per i Comuni interessati sono stati verificati: le diverse tipologie di personale (ruolo, temporaneo, contrattista), i profili professionali più ricorrenti, le caratteristiche delle piante organiche, le posizioni a part-time, la femminilizzazione dei dipendenti, l'anzianità complessiva di lavoro, l'intensità dei flussi in uscita e in entrata, la spesa per le retribuzioni e per gli istituti economici accessori, le assenze, le attività di formazione, i concorsi, le relazioni sindacali.

L'attenzione al profilo professionale con gli elementi che lo connotano (contenuto, autonomia operativa, responsabilità ) ha permesso di dare una risposta soddisfacente alla domanda "cosa fanno" gli 11.770 dipendenti di ruolo delle Amministrazioni comunali dell'area e di raccogliere alcuni differenziali per dimensione degli Enti. E' stata rilevata una tendenza alla crescita del peso dei profili professionali più complessi (dalla V qualifica ai livelli dirigenziali) che diventano maggioritari rispetto all'intero personale. Nel tempo cresce anche la femminilizzazione del personale (raggiunge il 67% dei dipendenti) e si riduce la quantità complessiva di personale comunale a causa delle cessazioni dei rapporti di lavoro non recuperate da identiche assunzioni. Altre caratteristiche rilevate dalla ricerca hanno prodotto conoscenza inedita del personale comunale e delle sue trasformazioni: - l'anzianità media di servizio risulta di circa 13 anni (proiettata nel tempo suggerisce una condizione di stabilità degli organici di ruolo); - la variabilità annuale del personale per uscita, entrata, cambi di qualifica si presenta in aumento (nel 1992 ha raggiunto il 18% dei dipendenti); - la spesa per retribuzioni segnala un "primato" dei piccoli Enti, dove la spesa media per dipendente è risultata di 30 milioni e 896 mila lire, seguiti dai grandi Comuni con 30 milioni; - la formazione è svolta in modo episodico; - la contrattazione sindacale ha riguardato istituti contrattuali che producono ricadute stipendiali (incentivi alla produttività, lavoro straordinario, orario di lavoro), e ha fatto ricorso in modo molto contenuto alle agitazioni sindacali. (92.05,IST/4)

Ultimo aggiornamento: 20 settembre 2001
[Classificazione alfabetica] [Classificazione gerarchica]

Su