Home Page dell'IReR /Abstract delle ricerche IReR
[Classificazione alfabetica] [Classificazione gerarchica]


[1983] I fattori territoriali nello sviluppo della piccola e media impresa

Make up com ua: подарочный сертификат make findacar.today.

Gruppo di ricerca: Giancarlo Capitani, Luciano Consolati, Romano Dal Ri, Franco Gatti, Maria Cristina Treu, Franco Rivolta

Dati di pubblicazione : Milano, Angeli, 1983

La ricerca - che si colloca nel filone delle indagini sulla mobilità industriale e si collega a Sviluppo e innovazione nella piccola e media impresa (vedi scheda p. 44) - è finalizzata anche a un obiettivo più generale di approccio di carattere sistemico al rapporto tra struttura produttiva, assetto territoriale e sistema amministrativo locale, intesi questi ultimi come fattori di economie esterne determinanti per lo stesso sviluppo di impresa. Partendo dalla constatazione dell'importanza assunta nel corso degli anni '70 da sistemi produttivi a base territoriale e locale, con forti rapporti di complementarità e di integrazione anche all'interno di aree centrali come la Lombardia, assimilabili ad altri analoghi presenti in aree cosiddette periferiche, tali esternalità sono state identificate in due ordini di fattori:

1. la dotazione di capitale fisso sociale delle aree considerate, categoria comprendente non solo l'armatura territoriale e quindi la dotazione di infrastrutture, servizi e reti tecnologiche direttamente connesse alle attività produttive ma altresì le specificità tipologiche dei sistemi residenziali e dei servizi primari;

2. la funzionalità e coerenza degli interventi operati dall'amministrazione locale e regionale, con modalità e strumenti diretti o indiretti, sul sistema produttivo.

In luogo delle metodologie tradizionalmente usate nelle analisi economiche a base territoriale, che considerano in modo separato i diversi aspetti indicati, si è ritenuto opportuno introdurre in termini sperimentali la categoria di analisi e il modello del microsistema territoriale integrato, le cui condizioni di esistenza sono costituite non tanto da generiche relazioni o corrispondenze tra i singoli sottosistemi che lo compongono, condizione questa presente in qualsiasi subarea produttiva locale, bensì da rapporti sinergici rilevanti e rilevabili tra tali sottosistemi.

L'indagine è stata condotta dapprima su due aree campione (Valtrompia e Isola bergamasca), sulla base di dati di fonte Istat, IReR, Assessorato regionale al Coordinamento per il Territorio, Industria e Artigianato, e anche di studi e analisi compiuti a livello locale (o di interviste effettuate direttamente) e utilizzati di volta in volta in funzione di indicatori significativi del microsistema. Ne è risultata confermata l'ipotesi centrale della ricerca: l'esistenza di sinergie tra sistema delle imprese, sistema territoriale e sistema politico-amministrativo locale, all'interno di un'area, il "microsistema", costituisce una condizione di sviluppo dell'apparato produttivo. L'indagine è stata poi estesa all'intero contesto lombardo, limitatamente al rapporto tra tendenze di mobilità delle imprese nel periodo recente e orientamenti programmatici e di piano dell'amministrazione locale e regionale in materia di industria e di insediamenti produttivi. Si è posta così in evidenza, anche a scala lombarda, una tendenza a quella stessa ristrutturazione per aree centrali, periferiche e marginali già in atto sul territorio nazionale, a fronte della quale tendenza forte appare il ritardo del sistema amministrativo. (x,E/4/4)

Ultimo aggiornamento: 19 settembre 2001
[Classificazione alfabetica] [Classificazione gerarchica]


Su